20 novembre giornata mondiale diritti dei bambini

Giornata mondiale dei diritti dei bambini: a che punto sono i diritti dell’adolescenza e dei bambini in Italia?

Oggi, 20 novembre 2019, Giornata mondiale dei diritti dei bambini, viene celebrato in Italia il 30° anniversario dell’approvazione della CRC (Convention on the Rights of the Child – Convenzione sui Diritti dei Bambini), il gruppo di lavoro per la Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Per l’occasione il Gruppo CRC ha pubblicato il 10° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (CRC).

La prospettiva della CRC prevede che periodicamente vengano messi in atto interventi di monitoraggio circa lo stato di attuazione dei diritti che essa rappresenta: nei mesi scorsi si è, infatti, svolto un ciclo di monitoraggio che ha portato alla pubblicazione di Osservazioni Conclusive che il Comitato ONU ha rivolto all’Italia sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza; alla luce di queste osservazioni il Gruppo CRC si è proposto di realizzare un’analisi circa l’attuazione di questi diritti. Tali Osservazioni hanno lo scopo di fornire indicazioni rispetto alle azioni future e alla promozione dei diritti dei minori, in modo che i governi possano attuare misure efficaci per supportare il rispetto di tali diritti. Questa procedura ha permesso di assistere a cambiamenti significativamente positivi in molti Paesi, spesso attraverso l’emanazione di leggi o provvedimenti o attraverso sviluppi nell’attuazione dei diritti civili e politici.

Inoltre il Gruppo CRC vuole fornire un’interpretazione attuale della Convenzione e riaffermare la centralità nel quadro degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) individuati dall’Agenda globale delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile (Agenza 2030). Si tratta, cioè, di un programma adottato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che comprende 17 obiettivi per la sostenibilità economica, sociale e ambientale da raggiungere entro il 2030, e che mirano a garantire un futuro migliore alle generazioni attuali e future.

I principi della Convenzione e gli SDGs permettono di misurare il benessere di bambini e bambine, riconoscendo i diritti civili, politici, economici, sociali e culturali che devono essere garantiti a tutti i minori. Inoltre forniscono una visione attuale dei progressi sociali, economici ed ambientali da raggiungere per l’attuazione dei diritti.

10° rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia

Il documento, dunque, si pone l’obiettivo di creare un Paese che garantisca a bambini e ragazzi di poter accedere pienamente ai propri diritti, tra cui la salute e un’istruzione di qualità. A questo proposito è fondamentale che le istituzioni, la società civile e il settore privato diano il proprio contributo per dar vita ad un’alleanza che sia in grado di favorire la sostenibilità. Affinchè si possa raggiungere questo obiettivo si ritiene necessario eliminare forme di discriminazione nei confronti di bambine e ragazze, ridurre ed eliminare qualsiasi forma di violenza e di disuguaglianza, contrastare la povertà minorile. Un accesso e un riconoscimento che deve andare al di là della mera ricorrenza della Giornata mondiale dei diritti dei bambini.

Scarica il 10° rapporto sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in italia!

 

Top